Mariapaola Meli

Dedicata a Sandra, malata terminale, vessata da aguzzini e usurai bancari legalizzati.

Tu alto e splendido, Sole.    Sant’Antonio Voce e Luce del Mondo.

Ti alzi sonnecchiando, in lontananza

del monte ancora non splendente

e adombrato da nuvole rosate

che sembran cherubini

che ti sollevan pian piano.

In quel tuo lento movimento

la natura raccoglie il tuo raggio felice,

perchè riscaldi al tuo primo tepore

il filo d’erba che ha accanto la margherita,

il non ti scordar di te, la campanella che si sparge

lungo il colle di San Daniele, la violetta di Maggio

e la rosa rossa tu colpisci mentre si sale dalla Madonna della Salute.

Lo stelo di grano, l’albero stanco

con le sue fronde sottili e lunghe fin sul terreno,

il fiume con la cascata rigogliosa di acqua pura,

il cane di guardia col suo padrone sull’uscio.

Poi, piano piano t’innalzi

per splendere al mondo e dire

che…

View original post 268 altre parole